Articolo pubblicato il 1 novembre 2020 su Salerno Today – Gilda Ricci

Esultavano felici dietro le webcam dei telefonini e dei computer collegati con Philadelphia, quando hanno saputo che i loro racconti fantastici avevano vinto il Concorso “Cent’ anni di fantasia”, organizzato dall’associazione culturale Filitalia International, Chapter di Salerno, con il patrocinio del Consolato Generale d’Italia a Philadelphia.

Filitalia nasce a Philadelphia, nel 1987, dal Dott. Prof. Pasquale F. Nestico ed un gruppo di Italo-Americani. A pochi anni dalla nascita, il gruppo assume scopi nazionali con la formazione di capitoli in Pennsylvania, New Jersey, New York e Massachusettes, U.S.A. Filitalia diventa International con la formazione di capitoli in Canada ed Europa nel 2007. L’obiettivo di Filitalia è di preservare l’eredità culturale italiana e incoraggiare lo studio della lingua di questa terra aiutando i giovani italo-americani con borse di studio e programmi di supervisione. Attraverso eventi sociali, culturali, sportivi e programmi umanitari, Filitalia si rivolge anche ad un publico più ampio.

L’iniziativa “Cent’anni di fantasia” ha visto coinvolte scuole primarie della provincia di Salerno e di Napoli, attraverso la realizzazione di un elaborato grafico – pittorico, di una filastrocca, che si ispirassero a una delle sei storie dello scrittore di Omegna, proposte nel bando: Il palazzo di gelato, Gli uomini di burro, La strada di cioccolato, Il palazzo da rompere, A toccare il naso del re e Il naso che scappa.

Un modo originale e coinvolgente per ricordare oltre ogni rito celebrativo, il centenario della nascita di Gianni Rodari (Omegna, 23 ottobre 1920 – Roma, 14 aprile 1980), uno dei più celebri scrittori italiani per l’infanzia del XX secolo, ma anche pedagogista, giornalista e poeta.
Gli elaborati dei finalisti del concorso sono stati esposti in una mostra presso il Museo dell’emigrazione italiana nella città di Philadelphia, che Marco Circelli, moderatore dell’incontro online, ha illustrato in una visita virtuale dall’America. Sono stati lì esposti alcuni pannelli con le storie inventate dai bambini italiani. I loro dipinti coloratissimi hanno ravvivato maggiormente questo piccolo gioiello italiano oltreoceano.

La celebrazione dell’evento di premiazione, previsto inizialmente per lo scorso maggio è stata riorganizzata in modalità online, venerdì 30 ottobre 2020, ore 17:00 (Roma) – 12: 00 (Philadelphia). In collegamento da Philadelphia la presidente di Filitalia International, Dott. ssa Paula Bonavitacola e il fondatore, Dott. Prof. Pasquale Nestico hanno così proclamato a sorpresa i vincitori:

Istituto “Eleonora Fonseca Pimentel” Pontecagnano(SA)
1. Alessandro Camaran I C;
2. Michelle Bisogno I C (menzione speciale);
3. Vittorio Infernoso I C (menzione speciale);
4. L’intera classe I C (menzione speciale per la filastrocca Giovannino Golosone)
5. Toui Ayaa (menzione speciale, video fuori concorso)

Istituto Comprensivo “Mauro Mitilini” Casoria(NA)
1. Giulia Borrelli I E;
2. Raffaele Russo II F;
3. Davide Sardo III C.

Istituto Comprensivo “Sauro Morelli” Torre del Greco(NA)
1. Ferdinando Procopio V C;
2. Giulia Esposito IV A;
3. Marianna Cano V C;
4. Michele Russo II C;
5. Roberta Saldamarco II B;
6. Vittorio Pellecchia V C;
7. Daniele Rispo V D;

Istituto Comprensivo “Guglielmo Marconi”di Afragola (NA)
1. L’intera classe V C
2. Lorenzo De Fraia (menzione speciale, video fuori concorso);
3. Fatima Corcione (menzione speciale, video fuori concorso)

E’ stato un unico urlo di gioia di mamme, papà, maestri, bambini e dirigenti scolastici felicissimi. Dall’Italia erano infatti collegati i responsabili del progetto e i dirigenti delle scuole partecipanti. La traduzione simultanea della prof.ssa Carla Giammona ha reso il tutto fruibile per i tanti ospiti collegati dall’estero.

Dopo l’intervento di Sara Carbone , presidente del chapter Salerno, grazie al contributo del chapter di Napoli, l’evento è stato infine animato da un intervento, anche quest’ultimo a sorpresa, del maestro Tonino Stornaiuolo, organizzatore durante questi giorni di didattica a distanza in Campania dell’originale suo intervento nel centro storico di Napoli con le poesie e i racconti di Gianni Rodari letti e recitati dai balconi insieme ai suoi piccolissimi alunni.

Per me Rodari rappresenta il pensiero libero come quello dei bambini che ora hanno ancor più bisogno di esprimersi, di liberare la fantasia” – ha affermato il maestro Stornaiuolo. “Continuiamo così insieme a dare spazio tutti noi alla loro libertà di pensiero. Ognuno come può, con semplicità ma con impegno soprattutto civile”.

E’ stata proprio una festa, anche se a distanza, dietro uno schermo dove però gioia e un pizzico di commozione superava ogni lontananza mentre a Philadelphia imperversava una scrosciante pioggia d’uragano, come un sottofondo musicale che accompagnava la premiazione solare di tanti bambini felici. Rodari ne sarebbe stato davvero soddisfatto.

Dopo cento anni il testimone della sua fantasia mai così reale ora è nelle loro mani.